Custom Line

Mega Yacht di lusso

Custom Line è un marchio di yacht di lusso del Gruppo Ferretti.

I suoi cantieri di produzione si trovano a Mondolfo (PU), Sarnico (BG), La Spezia, Ancona (Shipyard) e Cattolica, mentre i quartieri generali dell’azienda, gli stessi del Gruppo Ferretti, si trovano invece a Forlì.

La storia di Ferretti Custom Line comincia nel 1996, quando l’azienda si chiamava ancora Custom Line S.p.A. Essa era nata per la gestione degli yacht Ferretti oltre i 26 metri e per migliorare la presenza dell’azienda italiana nel mercato dei flybridge (motor yacht) di vetro resina dai 28 fino ai 40 metri.

I quattro creatori di Custom Line, Norberto Ferretti, Ottavio Cascino, Carlo Moschini, Lamberto Tacol, avevano un’idea coraggiosa e dirompente: applicare il concetto di industrializzazione alla costruzione degli yacht di grandi dimensioni.

Nel 1999, l’azienda di progettazione, costruzione e commercializzazione di motor yacht dei quattro entra in Ferretti Group (a sua volta parte del gruppo industriale cinese Weichai), diventando così il settimo marchio insieme a Ferretti Yachts, Pershing, Itama, Riva, Mochi Craft, CRN, della galassia del gruppo emiliano-romagnolo.

In quell’occasione, l’azienda prese il nome ufficiale di Ferretti Group Custom Line e le venne assegnato un nuovo logo: due Effe rovesciate di colore oro sotto la scritta Custom Line in blu.

Ecco l’intera flotta attuale:

Custom Line Navetta 42 Project

Anche nelle barche la vera grandezza si misura dallo stile, inteso non solo come decoro degli interni, ma ispirazione progettuale, concept abitativo,

Custom Line 120′ Project

Custom Line 120’, nuovo gioiello della serie planante e primo Custom Line a portare la firma di Francesco Paszkowski Design, nato dalla collaborazione

Custom Line Navetta 37

Navetta 37, la nuova ammiraglia semi-dislocante, è la più grande mai costruita da Custom Line. Il nuovo super yacht trasferisce i valori di navigabili

Custom Line Navetta 33 new

In un mondo che ha sempre più bisogno di bellezza, Navetta 33 irradia il fascino discreto di una diva del mare, seducente e sofisticata, grazie a una

Custom Line Navetta 28

Navetta 28 è riconoscibile dall’inconfondibile profilo esterno e dall’area pranzo panoramica con porte vetrate circolari scorrevoli che consente grand

Custom Line 106′ Project

Custom Line 106′ è il nuovo gioiello della serie planante. Dopo Custom Line 120′ è il secondo modello firmato dallo studio di design guidato dall’arch

Custom Line passa dall’essere un piccolo progetto a uno dei marchi più importanti del settore yacht

Con la nuova acquisizione, la sfida progettuale del design esterno ed interno delle prime imbarcazioni passò così alla Zuccon International Project, studio di architettura storico collaboratore di Ferretti, che si trovò a misurarsi con il tema della barca oltre i 26 metri.

La proposta sviluppata dall’architetto Gianni Zuccon e dalla moglie e collega Paola Galeazzi, fu un sistema modulare che rompeva gli schemi dei maxi yacht.

Nello specifico, fu il sistema di stampi modulari a costituire la straordinaria soluzione che Zuccon propose. Da quel momento, Custom Line poté offrire ad ogni armatore un’ampiezza di scelta di 432 soluzioni alternative con compartimentazioni interne completamente differenti tra loro.

Il successo fu immediato e a fine anni ‘90, chiunque potesse permettersi barche di dimensioni comprese tra i 26 e i 38 metri con una realizzazione su misura, aveva Custom Line come nuovo nome tutelare.

Il concetto di industrializzazione venne in seguito applicato anche a dimensioni e morfologia della barca, intervenendo sugli stampi della sovrastruttura e della coperta.

“Il tema che ci avevano dato era quello di una barca sopra i 90 piedi”, ricorda Zuccon durante una recente intervista.

“Noi proponemmo un sistema modulare del quale si doveva parlare poco, perché pensavamo che il cliente che poteva accedere a quelle dimensioni di barca, avrebbe potuto non essere soddisfatto di una costruzione fatta in una dimensione industriale.”

Con la progettazione dei primi 3 modelli e la realizzazione dei modelli Custom Line 94, Custom Line 102, Custom line 104, ordinato ma mai prodotto, e il Custom line 112, l’azienda inaugurò così il segmento degli yacht flybridge in vetro resina dai 28 ai 40 metri, che le aprì le porte del mondo dei motor yacht.

Questo sparti acqua permise in seguito l’odierna differenziazione della flotta in Linea Planante e Linea Navetta (cioè, semi-planante), che continua tutt’ora.

Le due Effe di Custom Line vent’anni dopo

In otre vent’anni di progettazione, costruzione e commercializzazione, sono stati prodotti 18 modelli: 10 della Linea Planante e 8 della Linea Navetta.

Tra i più celebri yacht Custom Line ricordiamo lo storico Ferretti Custom Line 100, che fu presentato al 52° Salone Nautico Internazionale di Fort Lauderdale, Florida, nel 2011, il Ferretti Custom Line 106, presentato di recente al Miami Yacht Show 2018 e secondo modello disegnato da Francesco Paszkowski Design, il Ferretti Custom Line 108, il cui prezzo, a distanza di più di anni, si aggira ancora sopra gli otto milioni di euro.

Uguale successo ha avuto la Linea Navetta, di cui ricordiamo Custom Line Navetta 33, Custom Line 37, e la nuovissima Custom Line 42.

Custom Line: progetti per il futuro

Il successo raccolto ancora oggi dal marchio è dovuto alla già citata collaborazione con Zuccon International Project, cui si è aggiunta di recente la sinergia con Francesco Paszkowski Design, che con gli ingegneri e gli architetti del Gruppo Ferretti, oggi AYT&D, Advanced Yacht Technology & Design, curano ogni dettaglio stilistico e di arredo di tutte le ultime imbarcazioni uscite dai cantieri del brand Ferretti.

Ma non solo.

Poiché l’azienda ha partecipato a numerose gare off-shore, ha iniziato ad incorporare tecnologia anche nei modelli prodotti in serie.
Tra le innovazioni introdotte ricordiamo:

  • il sistema di monitoraggio e controllo (NaviOp e Gi8),
  • l’ARG (Anti Rolling Gyros), cioè un dispositivo giroscopico che, sfruttando il movimento di un rotore, consente di ridurre del 50% quello che in gergo si chiama rollio, ossia la tipica oscillazione che un’imbarcazione compie sulle onde del mare in corrispondenza del suo asse longitudinale,
  • la finestra basculante tra salone e pozzetto,
  • gli scarichi sommersi,
  • e il sistema proprietario Ferretti trim and drag reduction.

Tale ricerca, ne siamo sicuri, proseguirà ancora nel tempo, al fine di dare a tutti gli appassionati della nautica sempre imbarcazioni belle da vedere, comode e sicure.

Vuoi vendere il tuo yacht usato?

Scopri i nostri Yacht in pronta consegna